Ricercare le fonti, ricercatrici sul fronte

LECCE | 24 Novembre 2016 | A partire dalle 9.30

Università del Salento | Sala del Rettorato | Piazzetta Tancredi |

In collaborazione con l’Università del Salento

Introduce Marisa Forcina, delegata pari opportunità Università del Salento, Dipartimento di Storia società e studi sull’Uomo.
Paola Davoli e Samuela Pagani coordinatrici del Laboratorio di Ricerca sul Mediterraneo.
Rosita D’Amora, Dipartimento di studi umanistici.
Claudia Sunna, Dipartimento di Scienze dell’Economia.

LE SPEAKERS

marisa_forcina_profiloMarisa Forcina insegna Storia delle dottrine politiche nell’Università del Salento.
Responsabile della “Scuola estiva della Differenza” coordinatrice nazionale del PRIN “Donne Politica e Potere e pensiero della modernità”, partecipa al progetto “Filosofas del siglo XX, maestros, vinculos y divergencias”, dell’Univ. di Barcellona. Ha analizzato in varie monografie i temi della corporeità, dei diritti e della cittadinanza, in particolare di quella femminile. Nel 2012 ha pubblicato con Laterza la traduzione della Storia della Rivoluzione del 1848 scritta da Marie d’Agoult, della quale ha ricostruito il profilo politico ed esistenziale.

paola_davoli_profiloPaola Davoli è professore associato all’Università del Salento dove insegna Egittologia dal 2002.
Si è dottorata all’Università di Bologna con una tesi dal titolo L’archeologia urbana nel Fayyum di età ellenistica e romana, pubblicata poi nel 1998.
Dal 1995 al 2004 è stata Field director della missione archeologica delle Università di Lecce e Bologna a Bakchias (Fayyum); dal 2004 è co-direttore con Mario Capasso del Soknopaiou Nesos Project dell’Università del Salento che scava a Dime es-Seba/Soknopaiou Nesos nel Fayyum. Dal 2005 è anche Field director della Missione archeologica diretta da R.S. Bagnall della New York University ad Amheida/Trimithis (Oasi di Dakhla).
Notizie biografiche e cv sono nel web site dell’Università del Salento, così come articoli in pdf scaricabili:
Notizie, navigazione virtuale e pubblicazioni della Missione a Soknopaiou Nesos sono in: www.museopapirologico.eu
Per la missione ad Amheida: www.amheida.org

Samuela Pagani insegna Lingua e letteratura araba all’Università del Salento. Ha tenuto corsi come professoressa invitata all’EHESS e all’EPHE di Parigi e ha trascorso lunghi soggiorni di ricerca in Siria e in Egitto. Le sue ricerche riguardano l’etica e le relazioni interreligiose nell’islam medievale, la storia della mistica islamica nelle province arabe dell’Impero ottomano (XVI-XVIII secolo), la letteratura e il cambiamento culturale all’epoca moderna e contemporanea. Tra le sue pubblicazioni: “Islam” (con Olga Lizzini) in Giorgio Agamben et Emanuele Coccia (ed.), Angeli, Ebraismo, Cristianesimo, Islam (Neri Pozza, Vicenza, 2009); “Défendre le soufisme par des temps difficiles: ‘Abd al-Ghani al-Nabulusi, polémiste anti-puritain”, in R. Chih, C. Mayeur-Jaouen (ed.), Le soufisme en Egypte et dans le monde musulman à l’époque ottomane, Cairo, IFAO, 2010; “Ibn ʿArabī, Ibn Qayyim al-Jawziyya, and the political functions of punishment in Islamic hell”, in Christian Lange (ed.), Locating hell in Islamic traditions, Leiden, Brill, 2015.

Rosita D’Amora insegna Lingua e Letteratura Turca all’Università del Salento ed è visiting fellow presso l’Universiteit van Amsterdam. Ha trascorso lunghi soggiorni di ricerca Turchia, in Gran Bretagna e in Olanda. I suoi interessi di ricerca spaziano dalla storia sociale ottomana alla narrativa turca contemporanea, con particolare attenzione ai testi biografici e alle scritture che scaturiscono dalla differenza quali quelle che riflettono tematiche di genere e quelle che vengono elaborate in aree turcofone fuor di Turchia. Tra le sue pubblicazioni: «In una lingua che non è la mia: memoria, scrittura e separazione», in LEA-Lingue e Letterature d’Oriente e d’Occidente, 2: 141-150, 2013; Corso di lingua turca, Milano: Ulrico Hoepli, Collana di Studi Orientali, 2012; Hammam. Le terme nell’Islam (ed. con Samuela Pagani), Firenze: Leo Olschki, 2011; «Percorsi orientali di scrittura femminile», in Treccani XXI Secolo. Comunicare e rappresentare, Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani, Roma, 2009, pp. 135-143; «Alcune considerazioni sul valore simbolico del copricapo in ambito turco ottomano» in Michele Bernardini e Natalia L. Tornesello (a cura di), Scritti in Onore di Giovanni M. D’Erme, Università di Napoli L’Orientale, Series Minor 68, Napoli, 2005.

claudia_sunna_profiloClaudia Sunna, dal gennaio 2005, è ricercatrice di Economia Politica presso l’Università del Salento. Ha conseguito nel 2003 il titolo di dottore di ricerca in Storia delle dottrine economiche presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Firenze. I suoi principali interessi di ricerca riguardano la teoria della popolazione nella storia del pensiero economico, l’economia dello sviluppo e l’analisi economica sul Mezzogiorno.
Dal 2015 è componente del Comitato Direttivo dell’Associazione Italiana per la Storia dell’Economia Politica. È referente del Rettore dell’Università del Salento per le Pari Opportunità ed è delegata per la Valutazione e il monitoraggio.
Dal 2012 collabora con il blog di riflessione economica e sociale Sviluppo Felice.

Arianna Tondi vive da alcuni anni tra Italia ed Egitto. Dopo essersi laureata in Lingue e Letterature Straniere a Lecce, ha insegnato italiano per un anno ad Alessandria d’Egitto. Attualmente è dottoranda presso l’Università del Salento e svolge una ricerca su al-Sayyida Zaynab, nipote del Profeta Muhammad venerata dai musulmani al Cairo. Il suo interesse è rivolto verso le manifestazioni della cultura popolare egiziana e l’arabo colloquiale egiziano. Ha scritto diversi articoli su tematiche inerenti il mondo arabo e in particolare l’Egitto.

SOCIAL

TWITTER FEED

FMWJournalists @FMWJournalists

Sorry, that page does not exist.