Chi ha paura della scorta mediatica?

BARI | 22 Novembre 2017 |

Università di Bari | Dip. di Giurisprudenza | Aula Aldo Moro | Piazza C. Battisti

In Italia le minacce verso i giornalisti aumentano ma è sempre più difficile mettere a fuoco il volto dei mafiosi. Il sistema giudiziario italiano ha le maglie troppe larghe per bloccare chi fiancheggia la mafia nella zona grigia. Così troppo spesso i giornalisti dopo aver denunciato il malaffare con il loro lavoro, si trovano da soli ad affrontare minacce e querele pretestuose che, rivolte alle giornaliste, acquisiscono una connotazione sessista e di violenza di genere. Eppure in tutto il Paese aumentano le esperienze virtuose di chi ha voglia di fare inchiesta, a tutti i costi. Soprattutto a loro serve la “scorta mediatica”, che a chi agisce nella zona grigia fa paura più di mille denunce.

SPEAKERS

Ester Castano, Lapresse
Marilena Natale, freelance
Leila Ben Salah, freelance
Fabiana Pacella, freelance