Umida Niyazova

BIO

Umida Niyazova è direttrice della ONG di Berlino, il Forum per i diritti umani di Uzbek-Germania (UGF). Ha lavorato come difensore dei diritti umani in Uzbekistan dal 2000 al 2009, quando è stata costretta a lasciare il suo paese a causa del suo lavoro. Ha lavorato negli uffici di Tashkent di organizzazioni come Internews Network, Freedom House e Human Rights Watch.

Nel 2007 Umida Niyazova è stata arrestata a Tashkent e condannata a sette anni di reclusione con l’accusa di “produzione o distribuzione di materiali che minacciano la sicurezza pubblica e l’ordine pubblico” e di “contrabbando di materiale religioso estremista”. Dopo proteste diffuse e con l’aiuto di organizzazioni internazionali, è stata finalmente rilasciata dopo 4 mesi di carcere.

Nel settembre 2009, Umida ha lasciato l’Uzbekistan e ha cercato asilo politico a Berlino, dove ha fondato il Forum per i diritti umani (UGF) uzbeko-tedesco e la piattaforma di notizie satiriche eltuz.com che riporta gli eventi politici e attuali in Uzbekistan. L’organizzazione, con il suo team di osservatori in Uzbekistan, ha effettuato ricerche meticolose, raccolto testimonianze di testimoni e condotto azioni di advocacy sulla questione dei minori e del lavoro forzato nel settore del cotone dell’Uzbekistan negli ultimi sette anni.
Come membro della Cotton Campaign, una coalizione globale di organizzazioni per i diritti umani e il lavoro, il Forum tedesco-uzbeko per i diritti umani ha partecipato a campagne di sensibilizzazione internazionale per sensibilizzare i rivenditori e i consumatori e ha avuto successo nel forzare il governo uzbeko a fine al reclutamento di bambini nella sua industria del cotone. Più recentemente, il Forum per i diritti umani uzbeko-tedesco è stato coautore di un rapporto con Human Rights Watch, sottolineando il ruolo delle istituzioni finanziarie internazionali come la Banca mondiale in violazioni dei diritti del lavoro nel settore del cotone dell’Uzbekistan.
Umida si è laureata in ingegneria elettrotecnica alla Tashkent Technical University, ha conseguito il Diploma presso l’Accademia OSCE per il giornalismo a Bishkek e il Diploma del corso avanzato sui diritti umani della Fondazione di Helsinki a Varsavia.

Nel 2008, Human Rights Watch ha conferito a Umida il prestigioso Human Rights Defender Award. Nel 2015, Umida ha avuto il privilegio di accettare il premio del Forum internazionale dei diritti del lavoro per i difensori dei diritti del lavoro a nome di importanti attivisti uzbeki.

Umida Niyazova is  director of the Berlin-based NGO Uzbek-German Forum for Human Rights (UGF). She worked as human rights advocate in Uzbekistan from 2000 – 2009 when she was forced to flee her country because of her work. She has worked in the Tashkent offices of organizations such as Internews Network, Freedom House and Human Rights Watch.

In 2007 Umida Niyazova was arrested in Tashkent and sentenced to seven years imprisonment on charges of the “production or distribution of materials that threaten public safety and public order” and for “smuggling extremist religious materials”. After widespread protests and with the help of international organizations, she was finally released after 4 months in prison.

In September 2009, Umida left Uzbekistan and sought political asylum in Berlin where she founded the Uzbek-German Forum for Human Rights (UGF) and eltuz.com satirical news platform which reports on political and current events in Uzbekistan. The organization with its team of monitors inside Uzbekistan, have been carrying out meticulous research, collecting witness testimonies and conducting advocacy on the issue of child and forced labour in the cotton sector of Uzbekistan for the past seven years.

As a member of the Cotton Campaign, a global coalition of human and labour rights organizations, The Uzbek-German Forum for Human Rights has participated in international outreach campaigns to raise awareness among retailers and consumers and was successful in forcing the Uzbek government to put an end to the recruitment of children in its cotton industry. More recently, The Uzbek-German Forum for Human Rights co-authored a report with Human Rights Watch, highlighting the role of international financial institutions such as the World Bank in labour rights abuses in Uzbekistan’s cotton sector.

Umida holds a degree in Electrical engineering from Tashkent Technical University, a Diploma from the OSCE Academy for Journalism in Bishkek and Diploma from Helsinki Foundation’s Advance Course on Human Rights in Warsaw.

In 2008, Human Rights Watch honored Umida with its prestigious Human Rights Defender Award. In 2015 Umida had the privilege of accepting the International Labour Rights Forum’s award for Labour Rights Defenders on behalf of prominent Uzbek activists.

LINK

https://www.youtube.com/watch?v=trkF1WJ0ad4