IL PROGETTO DEL FORUM DELLE GIORNALISTE DEL MEDITERRANEO

English version see below

Che ‘genere’ di notizia. Che ‘genere’ di guerra? La voce delle donne dai luoghi caldi dei conflitti ideologici, sociali, politici, religiosi, ambientali” è il tema scelto per il “Forum delle giornaliste del Mediterraneo”, che si terrà in due giornate: il 23 novembre a Bari e il 24 a Lecce.

E’ la prima edizione di uno spazio di riflessione e di valorizzazione dei talenti impegnati su tutti i “fronti” in difesa del diritto d’informazione di cittadine e cittadini.

Al Forum, organizzato dall’associazione “Gi.U.Li.A. giornaliste unite libere autonome” le giornaliste pugliesi dialogheranno con le colleghe delle testate nazionali e internazionali proprio alla vigilia della giornata internazionale del 25 novembre con l’intento di testimoniare il ripudio per ogni forma di violenza contro le donne. La presenza delle croniste sui territori, come attestato dei valori della Democrazia e della Pace, è il messaggio che ogni anno sarà lanciato dalla Puglia attraverso il Forum, creando ponti con altre città del bacino del Mediterraneo: un canale che resterà aperto 12 mesi con una comunicazione bilingue (italiano e inglese) capillare e multimediale.

Otto i panel di discussione con interventi di alcune tra le più autorevoli firme del giornalismo italiano e internazionale: Carmela Giglio (RadioRai1), Lucia Goracci (Rai3, Rainews24), Luciana Sgrena (Manifesto), Yasmine Taskin (Freelance), Nurcan Baysal (Tv turca T24), Ceyda Karan (quotidiano turco Cumhuriet), Leila Ben Salah (Radio Bullets) Asmae Dachan (freelance), Emanuela Bonchino (Rainews24) Francesca Gernini (cine-foto operatrice Rai), Sandra Amurri (Il Fatto quotidiano).

Marisa Forcina, Paola Davoli, Samuela Pagani, Rosita D’Amora, Claudia Sunna, Arianna Tondi, docenti dell’Università del Salento curano il panel “Ricercare le fonti, ricercatrici sul fronte”, sul duro e delicato lavoro di “scavo” sul campo e raccolta di informazioni, che accomuna giornaliste e scienziate di “frontiera”.

I lavori delle due giornate saranno chiusi da Cristina Franchini, responsabile relazioni esterne UNHCR, Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati nel Sud-Europa.

Alle giornaliste ospiti sarà conferito il riconoscimento di “Inviata di Pace”: sarà donata loro una scultura originale che simboleggia lo sforzo quotidiano della scrittura come momento di costruzione della Democrazia e della Pace. L’opera è stata progettata appositamente per il Forum dall’artista Salvatore Sava.

 

IL PROTOCOLLO SUL LINGUAGGIO DI GENERE

Il linguaggio per restituire alle donne visibilità e riconoscibilità dei ruoli è stata una delle prime battaglie di Gi.U.Li.A. . Per questo la due giorni si conclude con la proposta da parte dell’Associazione di un Protocollo d’Intesa per l’utilizzo del linguaggio di genere nei documenti della Pubblica amministrazione, chiamando a raccolta i massimi esponenti di Istituzioni, sindacati, mondo accademico e associativo. Il protocollo sarà pubblicato su tutti gli output di progetto, in modo da essere messo a disposizione come best practice delle P. A. di altre realtà regionali.

 

Il Forum è organizzato da Giulia giornaliste su un’idea di Marilù Mastrogiovanni grazie al contributo di: FNSI (Federazione nazionale stampa italiana), Corecom della Regione Puglia, Consigliera di parità della Regione Puglia e con il Patrocinio della presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, Accademia della Crusca, Articolo 21, Ossigeno per l’Informazione, USIGRai, Università degli Studi di Bari, Archivio di Genere presso Uniba, Università del Salento, Laboratorio Interdisciplinare del Mediterraneo e Centro Studi Osservatorio donna presso Uni Salento.

 

DOVE

Bari 23 novembre 2016, aula Aldo Moro, Università degli Studi, ore 9.30-13; 14.30-18

Lecce 24 novembre, Sala del Rettorato, Università del Salento, piazzetta Tancredi, ore 9.30-13; 14.30-18

 

Info: www.giornaliste.org

Info@ideadinamica.com

Facebook: Forum of Mediterranean Women Journalists

Twitter: @giornaliste

SOCIAL

TWITTER FEED

giornaliste @giornaliste
Forum Giornaliste  @giornaliste
“Se noi giornalisti cerchiamo con lealtà di raccontare ciò che sta accadendo facciamo un lavoro di testimonianza... https://t.co/XXUCBp3BHO 
Forum Giornaliste  @giornaliste
#Rsf 2016, oltre 100 giornalisti arrestati in #Turchia: una vignetta può costare il carcere. @ceydak al Forum… https://t.co/aQWbfebFU3 
Forum Giornaliste  @giornaliste
“Noi ci eravamo permessi di pubblicare una vignetta del Profeta”: istigazione all’odio e offesa dei valori... https://t.co/H691jVaRRm 
Forum Giornaliste  @giornaliste
La prima edizione del Forum delle Giornaliste del Mediterraneo è stato un grande successo. #StayTuned: stiamo... https://t.co/4KK3r9OF8H 

ENGLISH VERSION

THE PROJECT OF THE FORUM OF MEDITERRANEAN WOMEN JOURNALISTS

Analysing the role of information produced by women in creating public opinion; reflecting on the difficulties of finding space in the newsroom; denouncing stereotypes and discrimination; bringing to light news neglected by the general media; recognizing and valuing skills.
The first Forum of Mediterranean Women Journalists is opening a new avenue that, year by year, will build up the varied mosaic of information by women and for women.
The voice of women in hotspots of social, political, religious and environmental conflicts” is the theme chosen to inaugurate this space for reflection and the promotion of women journalists’ talents.
The Forum will see Puglian women journalists in dialogue with colleagues from national and international media.
Puglian journalists will recount their specific female perspectives on their work, how they see the present reality, and the discrimination and stereotypes with which they are dealing and must fight. And they will describe their “personal war” for their right to tell those stories.
There will be 8 panel discussions with some of the most respected names in the Italian and international journalism.

THE PROTOCOL ON GENDER LANGUAGE

The two-day forum will conclude with a proposed Memorandum of Understanding between Giulia journalists, Ordine dei Giornalisti, Assostampa, Consigliera di Parità della Regione Puglia, Corecom, Regione Puglia and Puglia regional newspapers, on the use of gender language in newspapers, on television and radio, and in public administration documents.
The Protocol will be published on all the project outputs, in order to be made available as best practice for public administrations of other regions.

Conceived and directed by Marilù Mastrogiovanni (English CV)