Oggi 1 febbraio a mezzanotte su RaiUno, a TV7, settimanale del tg1, un documento eccezionale che sta agli atti delle indagini, nel fascicolo dell’inchiesta sul duplice omicidio di Jan Kuciak, il giornalista investigativo della redazione di Aktuality, e della sua fidanzata Martina Kusnirova il 21 febbraio 2018, quattro mesi dopo l’omicidio a Malta di un’altra giornalista investigativa esperta di riciclaggio, Daphne Caruana Galizia.

Nell’inchiesta di Maria Grazia Mazzola, per la prima volta, le prove dello spionaggio e del pedinamento di Jan Kuciak, le foto studiate dai killer, le interviste ai genitori e altre testimonianze di primo piano.

 

Un giornalista eccellente, Jan, temuto dalle mafie dei colletti bianchi.

Dopo i quattro arresti del gruppo di fuoco, ora spunta un testimone segreto che sta collaborando all’inchiesta e sta fornendo nuovi particolari.

I sospetti sono concentrati sull’imprenditore Marian Kocner, inserito nelle liste dei mafiosi della polizia slovacca. Kocner, in carcere per truffe finanziarie e IVA gonfiata ai danni dello Stato, è il personaggio che aveva minacciato Jan Kuciak, che indagava più della polizia slovacca.

 

Dal reportage emerge una Slovacchia divisa in due: da una parte le oligarchie finanziarie corrotte e dall’altra la Slovacchia della legalità, che lotta per un paese onesto: a questa appartenevano Jan e Martina, che credevano nell’Europa moderna.