Il magazine diretto dalla giornalista Antonella Napoli ospiterà contributi di firme africane e testimonianze dal campo. Toudì e Said tra le firme

 

Creare un ponte, illuminando un continente colpevolmente relegato ai margini dell’informazione: questo  l’impegno di ‘Focus on Africa’, magazine online diretto dalla giornalista Antonella Napoli, presentato nella sede della Federazione nazionale della stampa italiana, che ospiterà interventi e articoli di firme africane e di opinionisti, attivisti e volontari che operano sul campo.


L’Africa, il fanalino di coda dell’informazione italiana

Secondo dati dell’Osservatorio di Pavia, rilanciati durante l’incontro dall’editrice Chiara Cavallo, sono appena sette al mese le notizie sul continente diffuse dai principali telegiornali, mentre la copertura totale non supera in genere l’1%.
Dall’esigenza di raccontare e capire un continente con un ruolo e una posizione chiave, non solo per ragioni demografiche, è nata l’idea del magazine al quale collaboreranno, tra gli altri, Jean Leonard Touadì, consulente Fao, Shukri Said, giornalista somala e fondatrice dell’associazione Migrare, e padre Alex Zanotelli, missionario comboniano.

 

L’appello: “Rompiamo il silenzio sull’Africa”

“È assurdo che in un Paese come l’Italia, che è prossimo all’Africa, si parli così poco di questo continente; se ne parla solo quando c’è qualche colpo di stato, si verifica una strage o viene rapito un italiano”, ha sottolineato Zanotelli, che ha lanciato un appello a ‘rompere il silenzio sull’Africa’.

“Vogliamo provare a superare le storture del sistema mediatico italiano, troppo concentrato su se stesso”, ha detto Antonella Napoli, recentemente tornata da un viaggio in Sudan, dove è stata fermata dalle forze di sicurezza e sotto sorveglianza da parte delle forze dell’ordine a seguito delle minacce del gruppo islamico Fratelli Musulmani Sudanesi. Il suo reportage sulle rivolte sarà trasmesso oggi, 4 aprile, su Tv2000.

 

L’ambasciatrice ugandese: “L’Africa non è solo carestie e conflitti”

Alla conferenza sono intervenuti anche l’ambasciatrice dell’Uganda Elizabeth Paula Napeyok e l’ambasciatore sudafricano Shirish Soni.
“Circolano molte storie negative sull’Africa – la riflessione della prima – Il continente è quasi sempre associato solo a carestie e conflitti, mentre si trascura la sua forza, la sua crescita e lo sviluppo. E’ ora di cominciare a raccontare l’altro lato del continente, i risvolti positivi, come i progressi sul terreno della parità di genere e dell’accoglienza di chi è in difficoltà”.

“Africa ed Europa hanno tutto ciò che serve per creare dei  “ponti culturali”, è invece il messaggio lanciato dall’ambasciatore del Sudafrica Soni, ricordando che “il continente africano offre opportunità in diversi settori quali l’agricoltura, le foreste e la pesca, ma anche l’arte e la cultura”.
Il magazine sarà fruibile gratuitamente.