Africa occidentale, fuoco alle armi

5 NOVEMBRE (dalle 9.30 alle 11.30)


In Africa occidentale, il lavoro fatto dalle donne su gender e peacebuilding, rappresenta un’esperienza emblematica di tutto ciò che significa la promozione del dialogo e dei diritti umani, in base alla risoluzione ONU 1325.

Il caso del Mali, dove le attiviste hanno avviato il dialogo tra le parti in conflitto bruciando le armi in piazza.


Fadimata Walett Oumar (Mali), tavolo della pace

Mariam Maiga (Mali), tavolo della pace Aminata Dieye, WPS policy development

Animata Dieye, specialista in Scienze dell'Educazione e Diritti Umani, attualmente Coordinatrice Nazionale del programma di Educazione ai Diritti Umani di Amnesty International/Senegal


Modera Augusta Angelucci, ex UNDP

SPEAKERS

Forum Mediterranean Women Journalist: FMWJ 2020