Libia, il buco nero nel Mediterraneo

4 NOVEMBRE 2021 / ore 16,30-18,30


Dieci anni fa scoppiava la prima guerra civile in Libia, che portò alla caduta del regime di Gheddafi. In 10 anni, il dominio delle bande e l’assenza di giustizia hanno consegnato la popolazione ad un’anarchia dove il sistema clanistico e le mafie si identificano con il potere governativo, diventato interlocutore dell’Italia e dell’Occidente: petrolio e migranti sono la moneta di scambio. Così, nel cuore del Mediterraneo la Libia è diventata un buco nero di diritti e di vite umane a cui l’Occidente ha fatto l’abitudine.


Nancy Porsia, giornalista freelance specializzata in Nord Africa e Medio Oriente e traffico di esseri umani nel Mediterraneo

Ilaria Jovine, regista “Telling my son’s land”

Nada Harib, fotoreporter
Claudia Gazzini, International crisis group


Modera: Romana Fabrizi, Tg3, redazione esteri

SPEAKERS

Forum Mediterranean Women Journalist: FMWJ 2020