Patricia Mayorga

BIO

Costretta a rifugiarsi in esilio a Roma nel 1975, per sfuggire al governo di Augusto Pinochet in Cile, dal 1992 lavora come corrispondente per il quotidiano El Mercurio.

La sua carriera giornalistica in Messico è iniziata nel 2000, con particolare focus sui temi della salute e all’istruzione. Più avanti è nato l’interesse per le questioni relative ai diritti umani, alla corruzione del Governo e alla violenza. Inizialmente ha lavorato per El Heraldo, un quotidiano a Ciudad Juárez, e El Diario.

Nel 2003 ha pubblicato “El Condor Negro: la Internacional fascista y las relaciones secretas con el régimen de Pinochet” (“Il Condor nero: l’Internazionale fascista e le sue relazioni segrete con il regime di Pinochet”). Il libro descriveva il tentato assassinio di Bernardo Leighton, avvenuto durante il primo anno di Mayorga in Italia; nel 2007 ha pubblicato “Michelle Bachelet: la donna del riscatto”, una biografia sulla vita di Michelle Bachelet; nel 2009, ha collaborato con la collega giornalista Miriam Verdugo per scrivere “Manuel Bustos, un sindicalista en la transición” (“Manuel Bustos, un sindacalista in transizione”), un libro dettagliato su Manuel Bustos Huerta.

A causa del focus del suo lavoro di giornalismo con Miroslava Breach, Mayorga ha ricevuto minacce di morte ed è fuggita da Chihuahua nel 2017. Ha ricevuto il CPJ International Press Freedom Award nello stesso anno. Ha dedicato il suo discorso di accettazione a Breach e Javier Valdez Cárdenas, un altro giornalista che è stato assassinato.

PANEL